Contattaci !
Contattaci !
Ops, non siamo qui ora! Però ci farebbe piacere parlare con te! Perché non ci scrivi lo stesso?
OPPURE
richiedi una consulenza gratuita online
#iA, il Blog!

Come posso raccogliere i dati del mio audiance.

#iArticolo / maggio 2019

Ieri abbiamo avuto un appuntamento molto interessante presso un ente turistico. Non voglio entrare nei dettagli per questioni di privacy, ma vorrei condividere con voi le problematiche che abbiamo riscontrato perché potrebbero essere comuni alle vostre.  

Siamo partiti da quanto a disposizione e cioè che i dati in possesso di questo ente, rispetto al passaggio turistico in un determinato sito turistico, sono dei dati precisi ed accurati, ma purtroppo solo ed esclusivamente statistici. Questo significa che l'ente sa esattamente quante persone hanno visitato in un arco temporale un determinato sito turistico, nulla di più.

Il bisogno dell'ente è di sapere quali sono gli interessi  di questi visitatori per poter proporre un evento o un'offerta turistica piuttosto che un'altra.

In una situazione di questo tipo noi abbiamo suggerito, magari con l'incentivo di un esca, la somministrazione di un sondaggio, per testare gli interessi del bacino di utenza, e sulla base delle risposte una re-indirizzazione verso un'offerta piuttosto che un'altra. Lì su due piedi la risposta più logica.  

A monte però abbiamo scoperto esserci almeno due problemi:

  1. Un numero statistico di passaggi non mi da' nessun contatto diretto con chi è stato in quello specifico sito;
  2. Sottoporre una richiesta di sondaggio in cambio di nulla, es. una proposta turistica, un accesso in anteprima all'acquisto dl biglietto di un evento o altro, non ancorata ad una vera offerta visualizzabile dopo la compilazione del sondaggio, lascia in sospeso il percorso dell'utente, che inevitabilmente viene perduto.

L'errore classico e nel quale facilmente si può incappare, è di non aver raccolto dei contatti in fase di accesso al sito  turistico, limitandosi al solo dato statistico.

Anche se l'accesso al sito è gratuito, offrire in loco al visitatore un valore aggiunto qualsiasi affinché mi lasci in cambio il suo contatto è un lavoro indispensabile avere il contatto diretto ed effettuare il sondaggio conoscitivo di qui parlavamo poco fa.  

In più, anche se in fase di sondaggio non conosco gli interessi di tutti nello specifico, l'ideale è strutturare con logica e sulla base della generalizzazione del pubblico a cui mi rivolgo, almeno due offerte. In questo modo fornisco, in fase di sondaggio la promessa di un'offerta, che poi verrà mantenuta al termine della compilazione del sondaggio…. magari anche con qualche conversione concreta.  

C'è il rischio che le conversioni in questo percorso possano essere minime o nulle? Certo che si, anzi me lo aspetterei. La cosa importante è che con questa prima iniziativa ho la possibilità di cominciare a raccogliere contatti (lead generation) e in più informazioni post sondaggio, tutti dati sulla base dei quali potrò poi strutturare un'offerta più aderente alle aspettative del mio bacino d'utenza.  

Dammi il tuo feedback sull'argomento. Mi interessa molto sapere se questo percorso lo trovi logico e/o se ti sei trovato anche tu con una difficoltà similare.

 

 

 

Condividi questo articolo sui social
Torna al blog Torna sopra
Seguici su Facebook
Seguici su Instagram
Archivio Blog